Martedì, 21 Novembre, 2017

Ancona, pittrice scomparsa. Il figlio di Renata Rapposelli sotto torchio

SCOMPARSA PITTRICE/ NUOVO SOPRALLUOGO A TOLENTINO E ANALISI DELLA MANTIBOLA E TEST DNA Scomparsa Renata Rapposelli: marito ingerisce farmaci e finisce in ospedale, è grave
Vindonio Cherico | 15 Novembre, 2017, 00:18

Per avere la conferma definitiva, comunque, bisognerà attendere il risultato dell'esame del Dna disposto dal sostituto procuratore Enrico Riccioni e atteso per giovedì o venerdì prossimi. L'ex marito e il figlio sono indagati dalla Procura di Ancona per omicidio. E quella sarebbe l'ultima volta che è stata vista. La conferma arriva dai primi accertamenti comparativi sul Dna, sebbene il test non sia ancora completo.

Da poco si è saputo che Santoleri si è avvalso della facoltà di non rispondere. Il mistero della donna, che viveva da sola ad Ancona, comincia dal rientro da un viaggio a Giulianova: Renata Rapposelli sarebbe scomparsa dopo aver chiesto all'ex coniuge, che la stava riaccompagnando a casa, di lasciarla nei pressi del santuario di Loreto. Domani è in programma l'esame autoptico. Il giorno successivo è previsto invece un sopralluogo dei carabinieri del Ris nell'appartamento di via Pescheria ad Ancona dove la Rapposelli abitava. La certezza, però, è che la collanina con Tau e un ciondolo sono stati riconosciuti dalla figlia come appartenenti a Renata Rappanelli.

Scomparsa Renata Rapposelli, indagati per concorso in omicidio marito e figlio
Ora il caso assume i contorni di un ulteriore giallo che lascia presagire la morte della donna. Sulle prime sembrava un allontanamento volontario.

Secondo quanto riporta Il Resto del carlino, inoltre, secondo gli inquirenti la donna potrebbe essere stata gettata in un dirupo quando era ancora viva. Orari e località descritti dai Santoleri non convincono gli investigatori, anche se padre e figlio si dichiarano innocenti. Il corpo ritrovato ha una placca metallica al polso e nel 2014 Renata Rapposelli era stata ricoverata per la lussazione di un polso.