Martedì, 21 Novembre, 2017

Vettel: "Una vittoria che dà sollievo". Bottas: "Deluso, ero in pole"

F1 | Bottas “Giornata positiva per noi” Valtteri Bottas
Marzia Fragale | 13 Novembre, 2017, 00:22

Sebastian Vettel ha ottenuto la quinta vittoria stagionale interrompendo il digiuno da successi che durava da Budapest (Ungheria) aggiudicandosi una corsa molto complicata davanti a Valtteri Bottas (Mercedes) ed al compagno di squadra Kimi Raikkonen. Il campione del mondo britannico, che ha chiuso in quarta piazza, è stato autore di una gara strepitosa, pazzesca, insensata: partito dall'ultimo posto, correndo a ritmo da qualifica ad ogni singolo giro, ha chiuso ai piedi del podio.

La Ferrari torna al successo a Interlagos, non accadeva dalla gara thrilling del 2008 vinta da Felipe Massa, e si lascia definitivamente alle spalle l'autunno nero che le è costato un addio prematuro alle speranze di titolo mondiale. Ma che Mercedes era quella partita dalla pitlane e quanto di diverso da quella di ieri? Ho dato tutto me stesso per cercare di gestire bene il vantaggio e controllare anche il resto del gruppo dietro.

Catalogna indipendente, "atto criminale"
Non siamo disposti a tollerare che ci sia gente che vuole liquidare la nostra Costituzione. Rajoy spiega: "Faremo le cose per bene, con misura, con efficacia".

Lewis Hamilton è insaziabile, ormai non c'è dubbio. I nostri passi erano tutti molto vicini, cercavo di fare pressione su Seb, di avvicinarmi sempre di più, anche per il pit stop ero molto vicino, abbiamo deciso di fermarci per l'undercut ma non è stato abbastanza. Con le soft andavamo forte, meglio che con le supersoft. Più tardi in curva 6, ci sarà un altro incidente tra Esteban Ocon e Romain Grosjean (10 secondi di penalità per l'episodio), che causerà al pilota Force India la foratura dello pneumatico posteriore destro e il ritiro insieme a Magnussen e a Vandoorne, oltre che all'uscita della Safety Car. Quando parti dietro e non hai grandissimi avversari davanti e' piu' facile: l'abbiamo visto anche l'altra volta con Vettel, che ha fatto piu' o meno la stessa cosa.