Martedì, 21 Novembre, 2017

De Blasio, New York

New York il democratico De Blasio rieletto sindaco De Blasio, New York
Vindonio Cherico | 09 Novembre, 2017, 00:18

E a un anno di distanza dalla vittoria di Donald Trump alla Casa Bianca, gli Stati Uniti hanno inflitto la prima sconfitta al presidente repubblicano. Il democratico Bill de Blasio è stato rieletto sindaco di New York per il secondo mandato, sconfiggendo la candidata repubblicana Nicole Malliotakis e diversi candidati di terzi partiti. Oltre al New Jersey, ieri si e' votato anche per l'elezione del governatore in Virginia, quest'ultimo in particolare considerato un test ad un anno dalla elezione di Trump. Christie era governatore dal 2010 ma non si è potuto ricandidare per il terzo mandato: al suo posto la vicegovernatrice dello Stato, Kim Guadagno.

Spicca quella di Ralph Northamm in Virginia contro il repubblicano Ed Gillespie. Ciononostante, Gillespie ha centrato la sua campagna elettorale sul rifiuto dell'immigrazione illegale.

Filma in diretta Facebook agonia vittima, procura Rimini apre inchiesta
Una tragedia raccontata in diretta facebook , postata sulla sua pagina ma anche su gruppi cittadini. Successivamente ha dichiarato di voler condividere il suo dolore.

Trump critica repubblicano sconfitto - Il candidato repubblicano per l'elezione del governatore in Virginia, Ed Gillespie, "ha lavorato sodo ma non ha abbracciato me o cio' che rappresento. Non dimenticate: i repubblicani hanno vinto quattro seggi alla Camera su quattro, e con l'economia che produce cifre record continueremo a vincere, anche più di prima!". Proprio con Sanders al suo fianco de Blasio ha trascorso gli ultimi giorni di campagna elettorale, alla quale ha partecipato anche la senatrice Elizabeth Warren, paladina anti-Wall Street e una delle voci più critiche contro Trump al Congresso. De Blasio propose a Sorbillo di aprire una pizzeria nella citta' Usa. Era il favorito della vigilia e ha confermato le aspettative. "Cari amici abbiamo fatto la storia oggi".

Per Danica Roem, l'elezione in Virginia è una doppia vittoria: è la prima transessuale a conquistare un seggio nell'Assemblea generale dello Stato della costa orientale, battendo con il 55% dei voti il 73enne candidato repubblicano, Robert Marshall, promotore di una legge, affossata in commissione quest'anno, che avrebbe impedito agli studenti transgender di usare il bagno a loro scelta. "Nella migliore tradizione dei sindaci italo-americani di New York, Bill De Blasio, di origini sannite, ha saputo conquistarsi l'apprezzamento cordiale e sincero del popolo della grande città cosmopolita".