Martedì, 21 Novembre, 2017

Richiesta dʼarresto Puigdemont: prima udienza in Belgio venerdì 17/11

EPA		1/2 EPA 1/2
Vindonio Cherico | 07 Novembre, 2017, 00:18

"In Belgio siamo in libertà senza cauzione, mentre in Spagna saremmo in prigione": lo scrive su Twitter il ministro destituito dell'agricoltura dell'ex Govern della Catalogna, Meritxell Serret, ascoltato ieri insieme agli altri quattro 'esulì, tra cui l'ex President Carles Puidgemont, da un giudice belga.

Mariano Rajoy sta "brindando" a Madrid.

La Spagna accusa i leader indipendentisti che hanno indetto il referendum per la secessione di "ribellione, sedizione, distrazione di fondi pubblici e disobbedienza alle autorità". Le stesse misure cautelari valgono anche per quattro dei suoi ex ministri, sentiti anche loro dal giudice. Potranno però, in base a quanto precisato dalla procura di Bruxelles avere contatti con la stampa e svolgere la loro attività politica.

S&P alza il rating dell'Italia a 'BBB' con outlook stabile
L'agenzia Standard & Poor's rivede al rialzo il rating dell'Italia a 'BBB/A-2' con outlook stabile da 'BBB-/A-3' con outlook stabile.

La procedura prevede che il giudice li interroghi individualmente, in presenza degli avvocati che hanno scelto il fiammingo come lingua di lavoro.

L'iter giudiziario in Belgio richiederà tempo, probabilmente fino a dopo le elezioni locali.

Lui ha sottolineato che all'ex presidente della regione autonoma e ai membri del suo esecutivo sono stati ritirati i passaporti e hanno l'obbligo di dimorare a Bruxelles. Quindi, l'eventuale riconsegna alla Spagna non avverrebbe prima del 21 dicembre. Lo ha confermato in un comunicato la Procura belga.