Venerdì, 20 Ottobre, 2017

Madrid ferma il Parlamento catalano pronto a dichiarare l'indipendenza

La Catalogna dichiara l'indipendenza e Madrid invia l'esercito a Barcellona Referendum Catalogna, ora Madrid considera l'opzione commissariamento
Vindonio Cherico | 06 Ottobre, 2017, 00:23

Finora non era considerato un'arma utile nelle mani di Madrid per gestire la crisi catalana, ma la linea dura scelta da Barcellona, che si prepara a dichiarare l'indipendenza, e il sostanziale via libera del re Felipe VI, che ieri in un discorso durissimo ha detto che è "responsabilità dei poteri legittimi dello Stato garantire l'ordine costituzionale" l'ha riportato d'attualità. Ma Puigdemont sembra intenzionato ad andare avanti lo stesso malgrado il premier Rajoy gli abbia consigliato di non procedere oltre con quelle che ha definito "illegalità" - cioè una Dichiarazione unilaterale di indipendenza - per evitare "guai maggiori". Sotto inchiesta per sedizione e malversazione sono finiti il capo dei Mossos d'esquadra Luis Trapero e i due responsabili delle associazioni civiche che hanno animato il referendum. Su Facebook, Twitter e Whatsapp, il movimento sta lanciando appelli per convocare le manifestazioni, con un manifesto in cui sottolinea che "è ora la Spagna sia un Paese migliore dei suoi governanti", che "hanno seminato odio" e "ci dividono".

In precedenza, la Corte Costituzionale spagnola ha deciso la sospensione della seduta del Parlamento della Catalogna dedicata alla dichiarazione di indipendenza e prevista per lunedì in seguito al referendum di domenica scorsa, dichiarato illegale da Madrid. "Possiamo solo sperare - ha aggiunto - che fra Madrid e Barcelona si apra presto un dialogo". E' l'articolo 155 della costituzione spagnola, agitato da giorni come uno spettro dal governo di Mariano Rajoy, mai applicato e finora osteggiato apertamente dalle opposizioni.

Forza Motorsport 7: oggi disponibile la demo PC e Xbox One
La demo di Forza Motorsport 7 è disponibile su Windows Store ed è scaricabile gratuitamente sia su PC con Windows 10 , sia su Xbox One .

La possibilità che si arrivi a una dichiarazione di indipendenza suscita perplessità anche nella regione. Ma se mediazione ci sarà, dovrà partire molto velocemente. Puigdemont ha già avuto parole di fuoco nei confronti dell'autorità di Madrid, dichiarando di sentirsi già il presidente di un paese libero e indipendente. Non mi stupirebbe nulla di quello che può fare il governo spagnolo.