Venerdì, 20 Ottobre, 2017

Attentatore Marsiglia, Pm Roma indaga per terrorismo

Attentato Marsiglia, il passato italiano di Ahmed Hanachi ad Aprilia: sposato con un'italiana Il killer di Marsiglia come Anis Amri: ha vissuto ad Aprilia (e aveva una moglie italiana)
Vindonio Cherico | 04 Ottobre, 2017, 00:15

Ha vissuto in Italia, ad Aprilia, fino a tre anni fa Ahmed Hanachi, il killer che a Marsiglia ha ucciso due donne. Secondo gli investigatori potrebbe non essere una coincidenza che in provincia di Aprilia si siano incrociate le traiettorie di Hanachi e di Anis Amri, altro tunisino che nel dicembre 2016 ha scatenato l'inferno nel mercatino di Natale di Berlino, dove dodici persone hanno perso la vita sotto le ruote dell'autocarro che Amri aveva rubato prima di scagliarlo sulla folla.

Secondo il quotidiano francese Le Point, il tunisino avrebbe vissuto a lungo in Italia per diversi anni; avrebbe ricevuto un permesso di soggiorno scaduto nel gennaio scorso e di cui avrebbe poi chiesto il rinnovo.

Se una radicalizzazione c'è stata, sarebbe avvenuta solo negli ultimi mesi, quando Ahmed già viveva in Francia. Come ha spiegato alla stampa il procuratore della repubblica di Parigi François Molins non era schedato come potenziale affiliato dell'Isis.

Esplosione in un palazzo a Velletri: tre persone ferite
Secondo quanto si è appreso dai pompieri, l'esplosione si è verificata in un appartamento al primo piano della palazzina. Dalle ultime notizie giunte da Repubblica, pare che proprio la persona trasferita sia anche la più grave.

Dagli ultimi sviluppi dell'inchiesta, 24 ore prima dell'attacco alla stazione era stato rilasciato dalla polizia di Lione, che lo aveva fermato ritenendolo responsabile di un furto e trovandolo senza permesso di soggiorno. Né il primo screening effettuato con i dati forniti dalle autorità francesi (il nome di Ahmed e i sette alias) ha rilevato contatti con Anis Amri o con i quattro tunisini espulsi dal Viminale nell'area di Latina. "I due si sono separati nel 2013 e pochi mesi dopo hanno lasciato l'Italia".

La procura di Roma aprirà, ad ogni modo, un fascicolo per associazione con finalità di terrorismo contro ignoti, nel quadro degli accertamenti che saranno avviati per fare luce sulla rete di contatti in Italia di Hamed.