Venerdì, 20 Ottobre, 2017

Perugia, accoltella due giudici in tribunale: arrestato 53enne

Tribunale di Perugia aggrediti e feriti a coltellate due giudici Due giudici aggrediti a coltellate in aula: choc a Perugia, arrestato un uomo
Vindonio Cherico | 26 Settembre, 2017, 00:21

I giudici sono rimasti lievemente feriti al fianco e sono stati portati nell'ospedale Santa Maria della Misericordia con due ambulanze. I due magistrati, fra cui il 54enne Umberto Rana originario di Molfetta (nella foto di Fabrizio Troccoli), non sono in gravi condizioni. Sul posto sono giunti due equipaggi delle Volanti, una pattuglia del Posto di polizia del Centro storico e un equipaggio in servizio di vigilanza dinamica agli Uffici giudiziari che hanno rintracciato il responsabile. L'aggressione sarebbe avvenuta nell'ufficio del magistrato donna.

Le indagini sono ancora in fase preliminare, si attende di saperne di più, però al momento è stato dato sapere che il presunto aggressore ha agito alla luce del sole, senza preoccupazioni di impedimenti o restrizioni su passaggi e circolazione nel palazzo dove c'è il tribunale. Pare che anche lui sia rimasto lievemente ferito. Probabilmente si tratta dello stesso aggressore, che è stato subito arrestato dalla polizia. Questi, in base alla ricostruzione, avrebbe brandito un coltello lungo 25 centimetri.

Dopo l'accaduto, sono accorsi sul posto i primi soccorsi e le forze dell'ordine per capire cos'è successo. Le urla della donna sono state sentite da un altro magistrato, Umberto Rana, che è intervenuto in suo soccorso restando anch'egli ferito dall'aggressore, sempre con una coltellata.

Mattia Marciano, chi è il nuovo tronista di Uomini e Donne
Il ritorno di Uomini e Donne , il talk show dei sentimenti in onda ogni pomeriggio su Canale 5 , ha portato una bella novità. About Alessio Cimino Toscano verace, è nato a Pietrasanta (Lucca) in un lunedì di qualche anno fa.

Non sono chiare le ragioni dell'aggressione.

Il Calvieri invita la massima diffusione dell'invito, ed annuncia la convocazione di tutti gli esponenti della giustizia locale e non (giudici, avvocati, cancellieri, funzionari), nonché le istituzioni delle città, in primis il Sindaco Romizi, anch'egli avvocato, al confronto sul tema della sicurezza nelle aule di giustizia.

Il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, ha disposto le "necessarie verifiche" e ha manifestato la solidarietà ai tre feriti.