Venerdì, 20 Ottobre, 2017

Da Firenze Theresa May dà l'addio all'Europa: incontro ristretto e blindatissimo

Sterlina in calo, attesa la proposta della May sul Brexit May, Discorso Importante all'UE
Vindonio Cherico | 24 Settembre, 2017, 00:19

Oggi, nella città italiana di Firenze, il primo ministro del Regno Unito terrà quello che è stato indicato come un discorso indicativo della sua visione dei rapporti UE-UK.

Le proposte relative al dopo Brexit avanzate da Theresa May a Firenze venerdì hanno raccolto giudizi positivi da parte del caponegoziatore della Commissione UE Michel Barnier. Vuole anzi creare una forte partnership che rafforzi l'amicizia tra Gran Bretagna e Ue e porti prosperità e successo a entrambi. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all'uso delle informazioni ivi riportate.

Intanto May ha lanciato un messaggio agli italiani e agli europei che vivono in Gran Bretagna: "Vogliamo che restiate, siete preziosi per noi e vi ringraziamo per il vostro contributo".

Shakhtar Donetsk-Napoli Champions: dove vederla in streaming e in diretta tv
Napoli (4-3-3): Reina , Koulibaly , Ghoulam , Albiol , Hysaj , Jorginho , Hamsik , Allan , Callejon, Mertens ed Insigne . Dentro la quale consumare a fuoco lento la vittima sacrificale che ha le sembianze del Napoli .

Dunque un intervento dedicato ai termini più cruciali della Brexit che ha toccato anche i suoi risvolti legati alla sicurezza dell'Europa tutta. La premier, in questa chiave, ha anche voluto rassicurare i cittadini Ue attualmente nel Regno Unito, tra i quali 600mila italiani: non cambierà nulla nei loro diritti, ma sarà necessaria una loro registrazione. Lo ha detto la premier Theresa May nel discorso di Firenze, ricordando che la Gran Bretagna è uno dei maggiori partner commerciali dell'Europa e che la nuova intesa fra Londra e Bruxelles deve essere trovata in modo "creativo e allo stesso tempo pratico". L'impegno è di assicurare che voi continuiate a vivere le vostre vite come prima. Un elemento questo che pone alla premier del partito conservatore non pochi problemi anche sul fronte interno tanto da essere incalzata dalla stampa britannica sull'effetto che la lunghezza di questo percorso potrebbe avere sugli elettori inglesi che hanno votato per la Brexit.

Il Governo britannico negli scorsi mesi si è più volte rifiutato di garantire la piena continuità dei diritti di cittadinanza europea per i quasi 3 milioni di cittadini UE nel Regno Unito, proponendo di recente un nuovo sistema di registrazione per i cittadini UE all'interno della legislazione sull'immigrazione britannica, tra le più restrittive d'Europa, di fatto privandoli della protezione garantita dalla Corte Europea di Giustizia.

"L'Unione europea e il Regno Unito devono andare di pari passo, perché è un'opportunità per tutti". "Continueremo a rispettare i nostri impegni" finanziari dopo l'uscita dall'Ue", ha detto la premier in riferimento agli imepgni finanziari del Regno Unito, dopo il marzo 2019, quando Londra sara' ufficialmnete fuori. Ha assicurato: "E la Gran Bretagna sta collaborando attivamente".