Martedì, 19 Settembre, 2017

Vaccini obbligatori: le novità per l'anno scolastico 2017

Vaccinazioni, le Asl si occuperanno del controllo dei vaccini Vaccini a scuola, un debutto complicato
Edmondo Ceresa | 07 Settembre, 2017, 01:44

Servizi educativi per l'infanzia o scuole dell'infanzia (incluse quelle private non paritarie): i genitori dovranno presentare la documentazione (nelle modalità sopra indicate) entro lunedì 11 settembre 2017 (il termine nel decreto legge era il 10 settembre, che però è domenica e dunque slitta al giorno seguente non festivo).

Una delle Regioni, che ha adottato tale procedura (eccetto quella relativa alla restituzione alle scuole degli elenchi), ossia la Toscana, ha chiesto il parere del Garante della Privacy in merito alla regolarità o meno dei suddetti flussi di dati, ossia l'invio degli elenchi degli iscritti alle ASL.

- Presentare entro e non oltre il 10 settembre 2017 attestazione del medico di medicina generale del pediatra di libera scelta delle specifiche condizioni cliniche del bambino o della bambina che controindicano in maniera permanente o temporanea l'effettuazione di una specifica vaccinazione o di più vaccinazioni le condizioni cliniche devono essere documentati in coerenza con indicazioni prescritte dal Ministero della Salute e delle istituzioni Superiore di Sanità.

Eppure purtroppo i centri vaccinali vengono ancora presi d'assalto da chi ancora non ha capito come comportarsi.

"Da giugno ad agosto - ci ha detto la dottoressa Maria Gabriella Calenda, responsabile del "Consultorio Pediatrico e Tutela della Salute Comunità Età Evolutiva del Distretto B della Asl di Frosinone - abbiamo registrato un aumento del 55% delle somministrazioni su soggetti in età di obbligo scolastico rispetto allo stesso periodo dello scorso anno".

VIDEO Ferrero conferma la cessione di Schick alla Roma
Sto andando a vedere, il problema è soltanto uno: se il ragazzo sta bene e lo fanno giocare sarà della Roma . Ore 13 .34 - Massimo Ferrero ha abbandonato gli uffici Romei: " Schick è romano e romanista ".

La circolare del Ministero ricorda che è necessario presentare alla scuola la documentazione che attesti che il bambino è stato sottoposto alle vaccinazioni obbligatorie, previste dalla legge in base all'età. La presentazione della documentazione è requisito di accesso.

Per i nati dal 2001 al 2016 saranno necessarie 9 vaccinazioni: anti-poliomielitica, anti-difterica, anti-tetanica, anti-epatite B, anti-pertosse, anti-Haemophilus influenzae tipo b, anti-morbillo, anti-rosolia e anti-parotite, mentre per i soli nati dal 2017 occorrerà anche l'anti-varicella. I ministeri interessati, in data 1 settembre 2017, in maniera congiunta hanno diramato la circolare con indicazioni operative, relative all'anno scolastico 2017/2018, per l'attuazione della legge in materia di prevenzione vaccinale.

Cosa serve per l'iscrizione a scuola? E poi c'è chi, non avendo rispettato dall'inizio l'iter delle vaccinazioni per il proprio figlio, cerca di mettersi in regola prima che la scuola cominci.

I minori non vaccinabili per motivi di salute verranno inseriti in classi nelle quali sono presenti soltanto minori vaccinati o immunizzati naturalmente.

A Roma sono decine le persone che aspettano in piedi o sedute nella piccola sala d'aspetto in un centro vaccinazioni di una Asl romana nella periferia est della Capitale a causa dell'obbligo vaccinazioni in vista dell'apertura dell'anno scolastico, tutte con in mano documenti e un numeretto di cartone non solo per una vaccinazione ma anche per chiedere informazioni. In ogni caso la mancata presentazione dei documenti sarà segnalata, entro i dieci giorni dalla scadenza del termine, alla Asl competente per l'avvio della procedura prevista per recuperare le mancate vaccinazioni.