Venerdì, 17 Novembre, 2017

Vettel secondo in Belgio, la Ferrari pensa già a Monza

Vettel rinnova con Ferrari fino al 2020 F1, la Ferrari ufficializza: Vettel a Maranello fino al 2020
Marzia Fragale | 29 Agosto, 2017, 00:17

La firma è avvenuta sul circuito di Spa-Francorchamps: sul tracciato sono giunti gli avvocati di Vettel che, dopo essersi seduti a tavolino con i vertici della scuderia, hanno trovato l'accordo che si stenderà fino al 2020 quando il tedesco avrà 33 anni. Quarto tempo per la Red Bull di Max Verstappen, quinta l'altra Mercedes di Valtteri Bottas, mentre è sesto Daniel Ricciardo (Red Bull). "Mi interessa che il team abbia la mia stessa visione delle cose, per i motivi, poi, penso si debba chiedere alla Ferrari".

Deluso e amareggiato, Kimi Raikkonen è pronto a dare il meglio di sè nella gara di domani, nella speranza di non avere più problemi in pista, come accaduto invece oggi: "non sappiamo ancora cosa ha generato il problema". Nei primi giri delle era molto fastidioso, poi la situazione è progressivamente migliorata ma il problema non è mai scomparso del tutto.

"Non credo che avrò pressione da parte dei media riguardo le mie prestazioni in questo fine settimana, ma sono sicuro che già dal prossimo torneranno alla carica. Nell'ultimo run ho poi commesso un errore". Alla curva 9 ho avuto qualche problema con le temperature delle gomme anteriori, ma comunque nel primo settore il mio tempo era buono, mezzo decimo dal mio migliore. Purtroppo ho commesso un primo errore, e cercando di recuperare è arrivata una seconda sbavatura. Ho spinto ancora di più, e sono finito oltre il cordolo. "Speravo in qualcosa di molto migliore, ma a volte va così".

Dembélé al Barcellona per 105 milioni
Il club blaugrana ha annunciato in una nota di aver raggiunto l'accordo con il Borussia Dortmund per il nazionale francese. L'esterno francese dovrebbe arrivare al Barcellona per una cifra intorno ai 150 milioni di euro .

Dopo Kimi Raikkonen, fresco di rinnovo con la Ferrari, anche Sebastian Vettel ha firmato il contratto che lo lega alla scuderia di Maranello: il tedesco, leader del mondiale con 14 punti di vantaggio su Lewis Hamilton, si è legato alla Rossa fino al 2020 sposando così in pieno il progetto del Cavallino. "A quel punto sapevo che non avrei potuto migliorare il mio crono precedente, ed ho abortito il giro", ha aggiunto Raikkonen. Ci sono anche dei lati negativi, certo, ma fino a quando la gara sarà l'aspetto più importante per me andrà bene.

"L'unica cosa che mi interessava era essere ancora qui nel 2018. Domani è un altro giorno, affronteremo una gara che prevedo non semplice nella gestione degli pneumatici, vedremo", ha concluso.