Martedì, 19 Settembre, 2017

L'uragano Harvey declassato a tempesta tropicale. Almeno una vittima

L'uragano Harvey spaventa gli Usa: evacuazioni e allarme in Texas Usa: uragano Harvey in arrivo sulle coste del Texas
Vindonio Cherico | 28 Agosto, 2017, 00:53

Gary Norman, portavoce della struttura, ha detto che sembra abbia tentato di uscire dalla sua automobile sommersa dall'acqua alta provocata dall'inondazione, sebbene le autorita' non abbiano confermato la causa della morte. È stata trovata dai vicini di casa a circa una trentina di metri dalla sua automobile. Ora il rischio, scrivono i giornali locali, è che Harvey possa spostarsi a Houston, una delle città più grandi e popolate del Texas, dove ci si prepara all'arrivo dell'uragano da giorni.

Gli scaffali dei negozi sono stati svuotati e non sono previsti nuovi rifornimenti fino alla fine delle prossima settimana.

Un "evento senza precedenti", i cui effetti "sono sconosciuti e vanno oltre qualsiasi cosa sperimentata", twitta il servizio meteo federale, secondo cui le piogge dureranno giorni e potrebbero raggiungere i 127 cm in alcuni luoghi, il livello più alto mai registrato in Texas.

Fca guida da sola (con Bmw)
Accordo di collaborazione con il gruppo tedesco, Intel e Mobileye per lo sviluppo di una piattaforma tecnologica dell'auto autonoma.

Malgrado sia stato declassato a tempesta tropicale, negli Stati Uniti almeno cinque persone sono morte da quando l'uragano Harvey ha colpito la costa dello stato meridionale del Texas. Sarà in particolare la zona del Corpus Christi la prima ad essere colpita: per le città di Port Aransas e Portland è scattato già dalle 12 di ieri l'obbligo di evacuazione.

Com'era stato annunciato, l'uragano Harvey è giunto sulle cose del Texas a 30 miglia ad est di Corpus Christy, nella zona compresa tra Port Aranas e Port O'Connor. Gli autori dei post e dei tweet, spesso rimasti senza elettricità, lasciano indirizzo e numero di telefono, a volte postando anche foto dei loro bambini. E dalla Casa Bianca, in un comunicato si legge "Il presidente ha sottolineato l'auspicio che tutti i dipartimenti e le agenzie rimangano pienamente impegnati nel sostenere la sua massima priorità, quella di salvare vite". I venti sono calati dal picco massimo di 215 Km/H agli attuali 112.