Martedì, 22 Agosto, 2017

Rousseau hackerata. On line i dati di iscritti, donatori e parlamentari

Civitavecchia fermato uno dei due evasi dal carcere Dai rifiuti alla mafia, il rilancio di Rousseau: il «il sistema operativo» dei M5S
Vindonio Cherico | 05 Agosto, 2017, 00:20

Secondo attacco informatico in pochi giorni alla piattaforma Rousseau. Nelle tabelle linkate si leggono i dati di alcuni parlamentari, compresi i numeri di cellulare e gli indirizzi mail privati, ma non solo. Nemmeno il tempo di affermare di aver messo a punto i disagi precedenti che "Rousseau" si ritrova vittima di una nuova offensiva informatica, questa volta cosiddetta "black hat" (cattiva) con diffusione dei suddetti dati attraverso un profilo Twitter anonimo. Dice di avere migliaia di pagine sottratte al sistema operativo e attacca: "It's too easy play with your votes", "è troppo facile giocare con i vostri voti". Ma se il primo era stato realizzato da un hacker solo per mettere in allerta i vertici delle falle del sistema, quest'ultimo sembra essere stato compiuto con l'intento di danneggiare il sito lanciato nella nuova versione dal figlio del fondatore del Movimento il 2 agosto a Roma. Nonostante ciò un post dell'associazione Rousseau pubblicato sul blog di Beppe Grillo ha sottolineato che l'hackeraggio "non è avvenuto durante votazioni" e ha avvisato della valutazione di "un'azione legale da intraprendere nei confronti dell'hacker", che nel frattempo ha reso inaccessibili il suo sito e il suo account Twitter.

Un patto eversivo dietro gli attentati ai carabinieri Fava e Garofalo
Sono ritenuti i mandanti dei tre attentati compiuti contro i Carabinieri di Reggio, in cui due militari morirono e altri due rimasero feriti .

Un problema non certo da poco per la piattaforma considerata parte vitale della macchina M5S. L'hacker, infatti, sarebbe nel sistema da alcuni mesi.