Martedì, 22 Agosto, 2017

Incendiavano un bosco, presi quattro ragazzi nel Viterbese

Vetralla- Incendio in localitá Pontarello Un incendio
Vindonio Cherico | 24 Luglio, 2017, 00:22

Quattro ragazzi romani sono stati sorpresi mentre incendiavano un bosco di pini e cerri lungo la litoranea a Montalto di Castro, nel Viterbese.

Si sarebbero giustificati così davanti ai carabinieri i quattro amici bloccati ieri dopo l'incendio alla pineta di Montalto di Castro. Stavano appiccando il terzo rogo dopo averne accesi due a poca distanza. Il maggiorenne veniva arrestato mentre i minori deferiti alla Procura di Roma, tutti per il reato di incendio doloso. I carabinieri continuano le indagini per accertare se gli incendi, segnalati nei giorni scorsi, possano essere attributi alla stessa comitiva.

Il piromane di Messina invece era in azione sulla strada di Asi, una zona collinare. I militari lo hanno colto in flagranza di reato nel corso dei controlli sul territorio, intensificati dopo l'emergenza incendi.

Roma, di nuovo in fiamme la pineta di Castelfusano: appiccati 2 incendi
In particolare, i vigili del fuoco di Roma stanno intervenendo con 5 squadre di terra con due elicotteri e 1 aereo. Molte le esplosioni, forse di bombole del gas, che sono state udite sa alcuni passanti e residenti di zona.

Grazie al rapido intervento dei Vigili del Fuoco e dell'antincendio della locale Protezione Civile, le fiamme sono state immediatamente arginate e spente pur danneggiando 250 mq di macchia mediterranea interessando anche alberi di alto fusto. Ora si trova in camera di sicurezza a Milazzo, in attesa del processo che si svolgerà lunedì.

Il sindaco di Castellammare del Golfo, Nicolò Coppola, ha spiegato che nella notte sono stati evacuati per prudenza anche alcuni alberghi e villette, mentre gruppi di volontari hanno operato nel tentativo di creare barriere naturali alle fiamme, diserbando alcune aree.