Martedì, 21 Novembre, 2017

Catania, blitz antidroga: ventisei arresti

Duro colpo al clan Santapaola: 54 arresti per droga, armi, estorsioni e rapine Catania, maxi blitz dei carabinieri contro Cosa Nostra: 54 persone arrestate nel clan Santapaola. “Estorsioni e spaccio”
Vindonio Cherico | 07 Luglio, 2017, 00:41

Ventisei arresti e oltre 100 perquisizioni dei carabinieri di Catania nei rioni San Cristoforo e San Giovanni Galermo, dove sono fiorenti e redditizi i "supermarket" della droga. Stamattina, circa 200 carabinieri del comando provinciale di Catania, hanno eseguito 54 provvedimenti.

I destinatari dell'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del Tribunale etne dono state accusate, a vario titolo, di associazione mafiosa, estorsione, traffico di armi e stupefacenti. Durante le indagini sono state sequestrate sostanze stupefacenti e accertate le dinamiche del gruppo mafioso anche nella gestione dello spaccio di droga, con un 'giro' da 40 mila euro a settimana, oltre fare luce su numerose estorsioni a imprenditori e commercianti. Gli investigatori hanno accertato che uno degli arrestati non esitava a svolgere la loro attività di spaccio e confezionamento della droga in presenza dei figli che non hanno nemmeno 10 anni. I bambini venivano utilizzati come schermo per eludere il controllo delle forze dell'ordine. Il tutto, documentato dalle cimici istallate dai carabinieri, dove si conferma che i minorenni erano pienamente coinvolti e consapevoli dell'attività illecita ed hanno sviluppato modi di fare talmente aggressivi da incutere timore ad atre persone legate allo spaccio. Questi ultimi, negli anni passati sono riusciti a creare il cartello della droga con il monopolio delle piazze di spaccio dei tre quartieri periferici di Catania e grazie ai cospicui profitti derivanti dallo smercio delle sostanze stupefacenti aveva acquisito un peso considerevole all'interno del clan Santapaola, essendo in grado di reclutare e retribuire centinaia di affiliati e di acquistare ingenti quantitativi di droga dalla 'Ndrangheta calabrese e in Campania. Le intercettazioni ambientali hanno anche consentito di appurare come l'alternanza delle figure apicali, inevitabile a seguito degli arresti che si susseguivano, portava gli affiliati a porsi immediatamente alle dipendenze al nuovo responsabile.

Pisapia e Bersani lanciano "Insieme", la casa comune per la sinistra
E vorrei dirlo ai dirigenti Pd: cosa pensate? "Ora che si sono liberati di D'Alema , il pensiero ce lo darà Bonifazi?". Il primo passo sarà "entro settembre" la fusione dei gruppi, sia in Parlamento che nella amministrazioni locali.

Continuano senza sosta le operazioni antimafia a Catania. "Significa che noi rischiamo di consegnare in maniera più o meno definitiva alla delinquenza giovani, persone che invece in una situazione diversa potrebbero dare all'economia un contributo ben diverso".