Mercoledì, 22 Novembre, 2017

Maturità, la prima prova non spaventa più. "Tracce fattibili"

PER INGRANDIRE PER INGRANDIRE
Moreno Simi | 22 Giugno, 2017, 05:18

Sono 3832 gli studenti della provincia di Sassari chiamati a sostenere la prova di maturità.

Prima Prova Maturità 2017 - ORE 6:00 - Dopo una notte prima degli esami fatta di ansie e di insonnia i maturandi iniziano a svegliarsi. Un scelta presumibilmente non alla portata di tutti gli studenti, forse più ferrati sui soliti autori (Montale, Ungaretti, Levi). A sorpresa per l'analisi del testo è stato proposto Giorgio Caproni con la lirica del 1972 "versicoli quasi ecologici" tratta dalla raccolta "Res Amissa". Il galagone, il pino: anche di questo è fatto l'uomo. Un memento sul fatto che nessuno è indispensabile ma siamo tutti necessari: "L'amore finisce dove finisce l'erba e l'acqua muore". Dove sparendo la foresta e l'aria verde, chi resta sospira nel sempre più vasto paese guasto. "Quasi metà classe ha scelto la traccia sulla natura in arte e letteratura- racconta un ragazzo - gli altri hanno scelto il socio-economico, mentre io sono stato l'unico a sviluppare il tema storico". Immagini di quadri di William Turner e Giuseppe Pellizza da Volpedo, versi di Pasolini nei documenti per il saggio.

Il voto dell'Esame di Maturità si esprime in centesimi: il minimo è 60, il massimo è 100, che può essere accompagnato dalla lode. Robotica che a Pontedera e Pisa è ben presente grazie al Sant'Anna: "Sì - ha spiegato Diego Cernicchiaro del Fermi- io ho citato il Sant'Anna nel mio saggio breve". La parola ai giovani. Infine per il saggio storico-politico "Disastri e ricostruzione". Un'impotenza che troppo spesso viene aggravata dalla superficialità nel gestire e prevedere l'imprevedibile.

Ascolti Tv martedì 6 giugno 2017, dati auditel e share programmi Tv
Il film in prima tv I vichinghi ha registrato un netto di 1.197.000 telespettatori, share 5,2%. DiMartedì ha registrato 1.245.000 telespettatori, share 6,1%.

"Il miracolo economico italiano" è questa la traccia perfetta per chi vuole confrontarsi con il tema storico. Una trasformazione a doppia velocità, spesso contraddittoria, squilibrata e tumultuosa in cui la società si confronta con il progresso dei singoli, con lo spopolamento delle campagne, la crescita delle città, la nascita dei quartieri dormitorio e l'arrivo degli immigrati.

Il progresso è al centro del tema di attualità partendo da una citazione di Edoardo Boncinelli ("Per migliorarci serve una mutazione"). "E' vero, è un autore che non abbiamo studiato".