Venerdì, 20 Ottobre, 2017

"Libertà di scelta sui vaccini" Genitori in piazza Le immagini

Vaccini obbligatori…ma il decreto ancora non c'è Un po' di chiarezza sui vaccini obbligatori
Edmondo Ceresa | 06 Giugno, 2017, 06:42

Ad annunciarlo è la stessa ministra della Salute, Beatrice Lorenzin, intervenuta al Festival dell'economia di Trento per parlare di "Sanità e Sviluppo".

Accanto al ministro anche Gilberto Turati, professore all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma, e Giuseppe Remuzzi, coordinatore delle attività di ricerca dell'Istituto Mario Negri di Bergamo.

Le vaccinazioni che diventeranno obbligatorie dal prossimo settembre sono 12: le obbligatorie anti-difterica, anti-tetanica, anti-poliomelitica e anti-epatite virale B e altre 8, ovvero anti-pertosse, anti-meningococco B e C, anti-morbillo, anti-rosolia, anti-parotite, anti-varicella e anti-Haemophilus influenzae. "Dal 2011, grazie ai vaccini, sono stati salvati 2,5 milioni di persone, ma ora bisogna lavorare affinché le soglie tornino a salire", ha ribadito Ricciardi.

E' normale anche perché con la scomparsa delle malattie, è calato il timore che queste suscitano.

Gentiloni: con la Francia lavoreremo insieme per una Ue più forte
Lo dice il premier Paolo Gentiloni in conferenza stampa con il presidente francese Emanuel Macron, a Parigi . Da Macron anche "un pensiero al poliziotto e al militare feriti giovedì alla stazione di Milano".

In Trentino la chiusura del punto nascite di Cavalese ha creato numerose proteste da parte della popolazione. "Anche perché obblighi di questo tipo non ci sono in quasi nessun Paese europeo".

Il decreto obbliga i genitori a vaccinare per poter iscrivere agli asili nido e alla scuola materna.

Come si rivolgerebbe a chi partecipa alle manifestazioni contro i vaccini? "E quindi - ha aggiunto - la presenza del ministro è particolarmente gradita soprattutto da operatori, professionisti, medici e infermieri che ogni giorno fanno funzionare questi servizi".

"Chi ha paura dei vaccini?" era il titolo dell'incontro, di grande attualità dopo che venerdì la ministra Lorenzin ha annunciato che martedì il decreto sarà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale e poi sarà diffusa la circolare esplicativa. Infine fra le riforme introdotte vi è la creazione di un albo nazionale dei direttori generali, con una selezione meritocratica e criteri di valutazione elevati, per introdurre requisiti oggetti sulla scelta dei manager delle Asl, nonché il patto della salute digitale, che prevede la trasparenza dei dati. Questo lo striscione che apriva il corteo che nel pomeriggio di oggi, sabato 3 giugno, ha sfilato nel centro di Firenze, da piazza San Lorenzo a piazza della Repubblica, per dire no ai vaccini obbligatori.