Venerdì, 20 Ottobre, 2017

Rosatellum e sistema tedesco, il confronto

Legge elettorale, M5S a iscritti: voto online su sistema tedesco Rosatellum e sistema tedesco, il confronto
Vindonio Cherico | 03 Giugno, 2017, 05:01

La proposta del segretario è stata approvata martedì in serata dalla direzione del Pd. Alfano si è detto "deluso" da Renzi. E il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan non nasconde le sue preoccupazioni sulla manovra da scrivere "sotto ciclo elettorale". Gli azzurri hanno fatto già sapere di essere della partita e ieri gli elettori 5 Stelle hanno suggellato il via libera arrivato dai vertici.

Il sistema elettorale tedesco viene definito un proporzionale "quasi puro". Lo sbarramento al 5% lascerà fuori dal Parlamento le forze politiche che non raggiungeranno l'asticella. "Fosse per me la porterei all'8 per cento", rincara il Cavaliere. L'ipotesi è quella del voto in autunno, alla faccia di Angelino Alfano ("L'impazienza del Pd costerà miliardi all'Italia", ammoniva questa mattina) e degli orlandiani, la fronda della sinistra dem che maldigerisce l'accelerazione e lo sfratto di Paolo Gentiloni da Palazzo Chigi. La partita, al momento, si gioca sulla soglia di sbarramento.

Per altri motivi e su un altro fronte, c'è il ministro e leader della minoranza Pd Andrea Orlando. "Mi pare una bella notizia per questo Paese". Pur di dotare il Paese di una legge elettorale - ha aggiunto - facciamo un passo indietro per far fare al Paese un passo in avanti, cercando però di preservare il più possibile il rapporto fra l'eletto e l'elettore, perché abbiamo bisogno di recuperare fiducia nella politica.

Mentre proseguono gli scontri politici, andiamo ad analizzare chi andrebbe al Governo con la Legge Elettorale alla tedesca, ovvero che prenderebbe in esame il modello tedesco seppur revisionato per la scena politica italiana.

"Su questo delicato e importante passaggio chiediamo a tutti i nostri iscritti di esprimersi: siete favorevoli all'approvazione di un sistema elettorale di impianto tedesco che sia rispettoso della Costituzione, eventualmente con l'introduzione di correttivi di governabilità costituzionalmente legittimi?"

Qual è la differenza fondamentale che prevede il sistema tedesco?

A Cannes è andato tutto storto alla prima proiezione di Netflix
Lo scontro, destinato a fare la storia dell'intrattenimento, non è assolutamente finito, piuttosto sembra solo all'inizio. Outfit candido, ma decisamente meno romantico, anche per la protagonista del film Tilda.

Ok al sistema tedesco e si voti il 10 settembre, prima che scattino i vitalizi. L'elettore di un partito minore rischierebbe così di vedere il suo voto ("inutile") convogliato a un partito che magari non voterebbe mai, preferendo senz'altro, allora, dirottarlo egli stesso a un partito maggiore (rendendolo "utile"), per mantenere la sua facoltà decisionale.

"La banale semplificazione dell'inciucio con Berlusconi è talmente stancante da aver perso anche l'elemento di divertimento iniziale", ha insistito Renzi sull'accusa di puntare con il sistema tedesco all'intesa con il Cavaliere.

La segreteria. Renzi ha poi annunciato una segreteria di 12 persone a cui si aggiungeranno 25 dipartimenti.

Eppure a Matteo Renzi questa medicina non piace.

Orlando. "Non era scontato che in un quadro così convulso si sarebbe raggiunto un così ampio consenso sulla legge elettorale". Ora, data la natura già storicamente frammentata del sistema politico e parlamentare italiano (con la formazione abituale e consentita dai regolamenti di nuovi gruppi tra Camera e Senato), una tale soglia ridefinirebbe lo scenario precedente alle elezioni, annullerebbe il diritto di tribuna ma non impedirebbe il "cambio di casacca", vera e propria patologia del nostro sistema.