Mercoledì, 23 Agosto, 2017

Blue Whale: dieci indagini aperte a Milano

Blue whale, aperta inchiesta a Milano dimensione font + – Blue whale, aperta inchiesta a Milano
Moreno Simi | 02 Giugno, 2017, 02:03

E' arrivato anche a Milano Blue Whale, il "gioco del suicidio" che spinge gli adolescenti a commettere atti autolesionistici fino ad arrivare, attraverso una serie di "prove", a togliersi la vita. "Nelle frasi una certa Aurora dice di aver fatto il gioco del Blue Whale - dicono i carabinieri - e annuncia il prossimo passo: il 4 giugno, ovvero domenica prossima, si toglierà la vita lanciandosi da un ponte di viale Regione siciliana". Alcuni di questi, che sarebbero stati individuati, avrebbero però negato qualsiasi tipo di accusa. "Nelle ultime due settimane - ha chiarito Cascone - abbiamo ricevuto più di una decina di segnalazioni, da Milano e dalle province lombarde". "Alcuni - spiega - sembrano falsi allarmi".

A Milano è psicosi "Blue Whale": nelle ultime settimane scuole e famiglie hanno preso d'assalto la Procura chiedendo di indagare su molti casi sospetti, anche vecchi di mesi, che riguardano ragazzini milanesi.

Oggi i funerali di Hayden. Alle 19 diretta su Facebook
Al Mugello , in occasione del GP d'Italia, Honda , Ducati e Aspar porteranno le moto usate da Nicky durante gli anni passati in MotoGP.

Sarebbero sei i ragazzini, tutti tra gli undici e i dodici anni, che sono tenuti sotto osservazione dalla Polizia Postale perché potrebbero aver avuto contatti con il fenomeno Blue Whale Challenge. Nel frattempo, il comandante provinciale dei carabinieri Canio Giuseppe La Gala ha ribadito ieri che "è stata costituita una squadra ad hoc di investigatori per effettuare il monitoraggio e l'analisi su base regionale, per studiare il fenomeno e individuare i soggetti a vario titolo coinvolti". Vittorio Rizzi, capo della Direzione Centrale Anticrimine della Polizia, ha parlato di azioni di contrasto sul piano investigativo, ma anche di "iniziative informative rivolte ai giovani, con la creazione di 'Blue Box' per raccogliere i loro disagi". Non solo il "gioco della balena azzurra" ma tanti altri sono i "giochi" simili o i siti non sicuri dietro i quali si celano "maghi del Web" che risulatano poi essere veri e propri criminali senza scrupoli. Le indagini sono scattate in merito al reato di istigazione al suicidio ma non risultano persone indagate.