Mercoledì, 23 Agosto, 2017

Gentiloni: con la Francia lavoreremo insieme per una Ue più forte

Gentiloni da Macron Macron e Gentiloni rilanciano l'unione fiscale
Corrado Fuda | 23 Mag, 2017, 00:10

Lo dice il premier Paolo Gentiloni in conferenza stampa con il presidente francese Emanuel Macron, a Parigi.

Tra i temi sul tavolo c'è ovviamente l'immigrazione: "Non abbiamo ascoltato abbastanza il grido di aiuto dell'Italia sulla crisi dei migranti - ha ammesso Macron -". Macron, uomo di buona immagine pubblica, si è dichiarato subito europeista convinto e, per non creare aspettative sbagliate, ha voluto confermare la validità dell'asse Berlino-Parigi, assicurando che favorirà gli interessi del popolo francese.

Gentiloni ha spiegato che i temi che Italia e Francia si troveranno ad affrontare saranno quelli, "non facili", di "una politica migratoria comune, di una politica monetaria che vada verso una unione fiscale". Oltre al fatto che, come raccontato da certi giornaloni, più che un incontro tra due capi di Stato, quello di ieri nei giardini dell'Eliseo prima della cena di lavoro è sembrato un abbraccio tra due capitani coraggiosi, due eroi pronti a salvare le sorti dell'umanità. Macron e Gentiloni hanno anche parlato di clima e politica monetaria europea.

È possibile che gli operai e i contadini, dalla vita difficile, abbiano votato per Le Pen, mentre i 2/3 hanno preferito Macron, e aggiungendo un 35% di astenuti, si potrebbe dedurre che la Francia è in gran parte benestante, ma in realtà è talmente scontenta che più di un terzo degli aventi diritto al voto ha preferito delegare ed affidarsi all'ottimismo del più giovane dei presidenti.

Papa a squadre Juve e Lazio: siate testimoni di lealà e concordia
Il Santo Padre, in udienza privata, ha incontrato le rose di Juventus e Lazio , che domani sera si sfideranno all'Olimpico. Si attende dunque un match di grande qualità, con la Juventus leggermente favorita per la vittoria finale .

Ma il Presidente francese vuole "anche che insieme si possa progredire su un'agenda per proteggere meglio i nostri lavoratori", a cominciare dalla direttiva Ue sui lavoratori distaccati.

Da Macron anche "un pensiero al poliziotto e al militare feriti giovedì alla stazione di Milano".

L'elezione di Macron rappresenta, per Gentiloni, "una iniezione di fiducia e di speranza per l'Unione europea". "Italia e Francia sono Paesi talmente vicini e talmente amici che sono certo che non solo lavoreremo insieme, ma sarà una gioia lavorare insieme". Innanzitutto "per integrare le azioni in termini di difesa e sicurezza", ha sottolineato Gentiloni, ribadendo che "tutti gli Italiani mantengono nel cuore l'impegno contro il terrorismo". Dal vertice italo-franco è riemersa l'intensione di rilanciare l'unione fiscale.