Martedì, 25 Luglio, 2017

Schettino, Cassazione conferma 16 anni di carcere per il naufragio della Concordia

Costa Concordia oggi l'ultima udienza in Cassazione per Schettino   
                       
                
         Oggi alle 08:04 Costa Concordia oggi l'ultima udienza in Cassazione per Schettino Oggi alle 08:04
Moreno Simi | 13 Mag, 2017, 00:37

Francesco Schettino, ex comandante della Costa ConcordiaL'ex comandante della Costa Concordia, Francesco Schettino, è stato condannato in via definitiva dalla Cassazione a 16 anni di reclusione. La Suprema Corte ha annullato per prescrizione solo alcune contravvenzioni, eliminando dalla pena un mese di arresto.

L'avvocato Senese, che ha difeso il comandante insieme a Donato Laino, ha annunciato di voler fare ricorso alla Corte di Strasburgo.

Nell'udienza del 20 aprile, nel corso della sua requisitoria, il sostituto procuratore della Cassazione Francesco Salzano aveva chiesto la conferma della condanna di Schettino o, in subordine, il rinvio alla Corte di Appello di Firenze per un possibile inasprimento della pena. "Busso in carcere per costituirmi perchè credo nella giustizia". Era il lontano gennaio del 2012 quando è avvenuto il tragico naufragio della Concordia, la nave da crociera di proprietà della compagnia di navigazione Costa Crociere al cui comando vi era l'ormai noto capitano Francesco Schettino. Rigettato invece il ricorso del procuratore generale che aveva chiesto una condanna più alta. La sentenza è immediatamente esecutiva, e secondo quanto confermato dai suoi legali, l'ex comandante della Costa Concordia, si costituirà senza aspettare la notifica di esecuzione pena. "Schettino sa di essere responsabile - ha aggiunto il penalista - ma non colpevole". Il militare ha opposto un cortese rifiuto a qualunque domanda ammettendo solo che sta viaggiando da Napoli (dove sta svolgendo il nuovo incarico) verso Livorno per trascorrere il weekend in famiglia.

"Si chiude una parentesi dolorosa ma rimane ancora aperta una ferita per la comunità di Isola del Giglio".

Di Maio contestato ad Harvard, le domande lo inchiodano
Per questo molti di noi hanno lasciato quello che facevano e hanno deciso di impegnarsi in prima persona per cambiare le cose. Rivolgendosi poi al medico , Di Maio è tornato a definire "fake news" la contrarietrà ideologica ai vaccini attribuita a M5s.

Non appena la Corte di Cassazione si pronuncerà su Francesco Schettino seguiranno aggiornamenti sulla vicenda.

De Falco, no comment su condanna - "Nessun commento".

La Costa Concordia andò a schiantarsi contro gli scogli dell'Isola del Giglio a seguito di una manovra di avvicinamento (il cosiddetto "inchino") messa in atto da Schettino la sera del 13 dicembre del 2012. La Concordia, diretta a Savona, navigava in acque poco profonde e ha urtato uno scoglio, riportando uno squarcio di circa 70 metri che ne ha provocato l'inclinazione su un lato.