Sabato, 27 Mag, 2017

Brexit, Gentiloni: Europa resti unita durante i complicati negoziati

Merkel Londra dopo Brexit non avrà stessi diritti di Paesi Ue Brexit, accordo sulle linee guida
Edmondo Ceresa | 28 Aprile, 2017, 21:51

"Ci muoviamo nei negoziati su Brexit con alcuni principi ispiratori: noi siamo e restiamo amici e alleati del Regno Unito, non confondiamo le dinamiche che si sono aperte con Brexit, con un negoziato che tutti sanno molto complicato".

Conti pubblici, meno tasse sul lavoro ma più Iva?
Guardando al tasso di disoccupazione , poi, Padoan ha spiegato che "è inaccettabile, specialmente tra i giovani ". Credo che sia sbagliato scartare questa ipotesi senza adeguate considerazioni.

Lo ha detto il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni parlando alla Camera alla vigilia del Consiglio europeo straordinario di sabato convocato per stabilire i termini delle trattative. Quindi parole di circostanza sulla sorte degli italiani che lavorano in Regno Unito, sulla storica amicizia tra i due Paesi e sulle "opportunità" che la questione apre, a partire dalla corsa di Milano per ospitare la sede dell'Agenzia europea del Farmaco: "sappiamo che ci sono una ventina di paesi candidati, ce la possiamo giocare, abbiamo le carte in regola". "Solo una volta che stabiliremo all'interno del Consiglio Europeo che sono stati raggiunti sufficienti progressi su questi temi, allora saremo in grado di avere dei colloqui sul futuro rapporto con il Regno Unito", ha scritto Tusk. "E questa è una verità emersa in questi mesi e che mi auguro continui ad emergere nei prossimi mesi". La cancelliera ha specificato di dovere esprimere anche concetti che sembrano scontati: "Ho infatti la sensazione che qualcuno in Gran Bretagna si faccia delle illusioni, e deve essere detto chiaramente che questo è tempo sprecato", ha aggiunto.