Mercoledì, 20 Settembre, 2017

Renault presenta la RS 2027 Vision: La monoposto di F1 del futuro

F1 da Renault la R.S. 2027 la monoposto del futuro Renault RS 2027 Vision: la F1 del futuro
Desiderato Gatta | 23 Aprile, 2017, 00:14

Con un rapporto peso/potenza mai raggiunto nella storia della Formula 1 (1 megawatt in totale per un peso limitato a 600 kg), rimetterà il pilota al centro dell'interesse delle corse automobilistiche.

Come rivelaCyril Abiteboul, Direttore Generale di Renault Sport Racing, "Il ruolo di Renault Sport Racing consiste anche nel saper prevedere il futuro della Formula 1".

Al Salone di Shanghai 2017 Renault non si è accontentata di mostrare la concept R.S. 2027 Vision (una monoposto di F1 futuristica) ma ha anche lanciato una serie di proposte per migliorare il Circus. Altre luci a LED sono state integrate nelle ruote, capaci di fornire agli spettatori diverse informazioni come la posizione in gara del pilota e il livello d'energia della monoposto.

Interessanti anche le novità in chiave sicurezza, con l'inserimento del pilota automatico in situazioni di pericolo (safety car, bandiere gialle); come non parlare poi delle due barre di titanio che dovrebbero fuoriuscire, in caso di ribaltamento della vettura, in modo da garantire lo spazio minimo per poter far uscire il pilota dall'abitacolo.

La nuova monoposto è denominata Renault R.S. 2027 Vision e anticipa la visioe di come sarà la Formula 1 tra 10 anni promuovendo un campionato più umano e spettacolare dove il pilota sarà il vero protagonista al volante di una monoposto super potente, sicura ed anche ecologica.

A spingere la Renault R.S. 2027 Vision è un powertrain ibrido che si affida a due unità ERS-K abbinata a un motore termico V6 turbo, in grado di offrire una potenza di recupero e di restituzione dell'energia cinetica di 500 kW (a fronte dei 120 kW di una F1 attuale). Per non parlare della trazione integrale, con quattro ruote sterzanti e delle sospensioni attive che si regolano in base al tipo di configurazione aerodinamica scelta.

Serie A: Napoli batte Udinese 3-0
Maurizio Sarri schiera la stessa formazione che ha ottenuto bottino pieno all'Olimpico, preferendo Strinic a Ghoulam. Bisogna pensare alle nostre prestazioni e concentraci su una partita per volta.

Alla sicurezza del pilota è dedicato il cockpit chiuso trasparente, stampato in 3D in policarbonato ultraresistente agli urti e alle fiamme e progettato per difendere il pilota da eventuali detriti.

Relativamente al format dei Gran Premi Renault propone la gara domenica di 250 chilometri (più corta rispetto a quella attuale) suddivisa in due momenti: una più lunga e una più breve chiamata "Sprint finale".

Il fine settimana dovrebbe poi contenere una gara in notturna riservata ai rookie, quindi alle riserve e ai piloti più giovani, da disputare il venerdì sera.

Tutto questo tenendo sotto controllo i costi, ammortizzati grazie a monoposto dotate di "elementi standard per ridurre la pressione economica sulle scuderie: tutte le componenti che non intervengono sulla prestazione dell'auto sono fornite da un componentista unico scelto dalla Fia".

Non mancano, inoltre, idee copiate dalla Formula E come la "fan rank", una classifica stabilita tramite social network dagli spettatori che premia il pilota più meritevole in pista con una carica di energia supplementare negli ultimi giri di gara.