Mercoledì, 24 Mag, 2017

Calciomercato, Dybala rinnova con la Juventus: sorride il Palermo

Chiellini 'Juve 113 e lode. Su Suarez...' Chiellini 'Juve 113 e lode. Su Suarez...'
Marzia Fragale | 15 Aprile, 2017, 12:12

Nella settimana in cui ha steso il Barcellona con una doppietta (nel 3-0 finale) e si è poi legato con un ricco nuovo contratto alla Juventus fino al 2022, Paulo Dybala ha raccontato a Olé alcuni retroscena della trattativa che lo ha portato a preferire i bianconeri ad altre pretendenti: "Quando mi dissero per la prima volta che la Juventus era interessata a me, non ci ho pensato un attimo a dire sì".

Finora, l'argentino ha realizzato in bianconero 39 presenze in 82 partite, con i tifosi che sperano che la Joya ne realizzi altri così da portare la Juve a vincere la Champions.

Non cambierà sicuramente la storia di questo campionato e delle difficoltà economiche vissute negli ultimi anni, ma si tratta pur sempre di denaro fresco che entrerà nei prossimi anni nelle casse del Palermo. Così io scelsi lo stesso di andare alla Juventus. Alla fine ciò che si diceva era vero. Coraggio che invece ha avuto con un altro calciatore: "Ho chiesto la maglia a Pirlo, ce l'ho nel quadro a casa mia".

Arrestato il direttore provinciale dell'Agenzia delle Entrate.Fermato mentre prendeva tangente
È stato arrestato il direttore provinciale dell'Agenzia delle Entrate , Walter Pardini , con l'accusa di corruzione . Le indagini sono partite dopo il trasferimento della sede da Napoli a Genova senza alcun apparente motivo .

TORINO - "A Torino ci si può rilassare e vivere con calma".

Tra i tanti ricordi anche i suoi primi anni a Cordoba: "nel mio paese giocavo ala sinistra, stile il 'Fideo' (Di Maria).", sottolinea precisando di aver cambiato successivamente.

PALERMO - "Nel Sud Italia la gente è più appassionata alla squadra di calcio, così come in Argentina". Poi mi sono spostato sulla trequarti e diventai un trequartista centrale. Però mai l'ho visto dal vivo e non l'ho mai potuto conoscere anche se mi piacerebbe ovviamente. Un giorno dopo aver firmato con la Juve, tornai a Palermo perché mi mancavano i miei amici. Il mio idolo rimane un trequartista, anzi il trequartista, Juan Roman Riquelme. La prima volta che lo affrontai, mi avvicinai a lui, però poi mi frenai, la seconda volta che lo affrontai feci la stessa cosa mentre alla terza mi sono deciso. Andammo in spiaggia e quando stavo per uscire dal mare, ho visto che tutta la gente mi stava aspettando a riva. "Adesso ho io la sua 21, anche se avrei voluto la 9, ma quella era di Morata". "Il secondo gol al Barça è stato il più difficile - conclude l'attaccante - anche se a me è piaciuto più il primo".