Mercoledì, 20 Settembre, 2017

Istat:a febbraio vendite dettaglio in calo dello 0,3

In febbraio calano le vendite al dettaglio. Pesano gli alimentari Italia: vendite al dettaglio scendono a febbraio. Attese deluse
Corrado Fuda | 09 Aprile, 2017, 00:18

Nello scorso mese di febbraio del 2017, rispetto al mese precedente, in Italia le vendite al dettaglio hanno fatto registrare un calo congiunturale pari allo 0,7% in volume, ed a -0,3% in valore.

Le vendite di beni non alimentari restano sostanzialmente stabili su base mensile con un aumento dello 0,1% in valore e una variazione nulla in volume, ma in flessione dello 0,9% su base annuale sia in valore sia in volume. Gli analisti avevano previsto una flessione dello 0,1%. Rispetto al mese precedente si rileva un decremento dello 0,3% in valore e dello 0,7% in volume. Un dato peggiore a maggio 2016 con una retromarcia dell'1,7%. Considerando invece i canali di vendita, a febbraio 2017, anno su anno, le vendite al dettaglio sono scese dell'1,1% sulle piccole superfici e dell'1% presso la GDO, la Grande Distribuzione Organizzata.

Napoli, Hysaj ci crede: "Possiamo battere la Juve!"
Poi è ritornato sulla gara di ieri tra la sua Albania e l'Italia: "Abbiamo creato tre occasioni da gol". Non siamo contenti per il risultato, ma la partita è stata equilibrata fino a un certo punto del gioco.

La riduzione delle vendite dei beni alimentari è "Un dato che, proprio per le sue caratteristiche, dovrebbe destare estrema preoccupazione: i consumi alimentari, infatti, sono gli ultimi ad essere intaccati in una situazione di crisi", fa notare Federconsumatori, sottolineando che tale contrazione è segno che le famiglie stanno vivendo una situazione di estremo disagio, confermata anche dai gravi tagli avvenuti sulle spese per la salute, con vere e proprie rinunce alle cure.

Al di là delle variazioni dei dati statistici mensili, nella media del trimestre dicembre 2016 - febbraio 2017 il valore delle vendite è incrementato dello 0,3%, mentre in termini di quantitativi di vendite (volume) ha subito un deprezzamento dello 0,2%. "Non si salva nessuno: scendono le vendite di ipermercati, supermercati e persino discount, che finora erano gli unici ad aver retto e che ora, invece, registrano un calo dell'1,2 per cento" conclude Dona. Lo afferma il Codacons, commentando i dati Istat che vedono a febbraio le vendite al dettaglio calare del dell'1,0% in valore e il 2,4% in volume su base annua.