Martedì, 25 Aprile, 2017

Juventus, Allegri: 'Resto qui anche la prossima stagione'

Paulo Dybala Paulo Dybala
Marzia Fragale | 08 Aprile, 2017, 03:44

Rispettiamo molto questa squadra, e credo sarà una sfida molto bella e affascinante. Assolutamente no, domani abbiamo una partita importantissima e bisogna vincere a tutti i costi, perché ci siamo giocati già un bonus a Napoli. Mancano ancora tante vittorie, facciamo un passo alla volta.

Il Chievo è molto ben preparata tatticamente ed esperta.

"No, sta bene e ha bisogno di giocare".

Orlando, spero 2 mln a gazebo o è colpo
Tessere che si sono moltiplicate all'improvviso, con "morti e malati tra i nuovi iscritti ", si legge in una lettera-denuncia. Al Fonterosa a Renzi il 75% e a Orlando il 21,4, un voto a Emiliano .

"Abbiamo ottenuto un pareggio a Napoli contro la terza della classe". Così il tecnico della Juventus Massimiliano Allegri. È un Allegri che non si nasconde e che punta dritto al Triplete, come avremo modo di vedere; del resto gli stimoli stanno a mille dopo i recenti successi. Formazione? Pjanic non sta benissimo, Mandzukic difficilmente sarà a disposizione. "Si deve affrontare prima con tranquillità il Chievo e poi successivamente si penserà a questo quarto di finale".

"Non giocavo così tanto dal 2012 - puntualizza Pellissier - Indubbiamente più giochi e più prendi condizione, più fai gol e più prendi fiducia. L'importante è centrare gli obiettivi". Già il campionato è difficile, vincere le finali poi non è semplice e c'è la Champions che è una competizione straordinaria. "Un pizzico di rammarico ci rimane, perché i 20 secondi di Torino, quando siamo passati dal possibile 2-2 al 3-1, pesano in maniera forte". Poi la Champions ha il suo fascino, ma è un discorso a sé. Poi sarà importante anche cercare di vincere la Coppa Italia. "La Juve è una delle società più importanti in Europa ed è quello che conta". "Al momento 100%, perché ho un contratto fino al 2018". Dobbiamo restare concentrati perché non abbiamo vinto ancora nulla. Ma ora dev'essere l'ultimo dei problemi, col club siamo in accordo ma dobbiamo concentrarci su domani. Ora siamo nel momento cruciale e dopo la società mi chiamerà: io sono felice di stare alla Juve e parleremo di tutto quando ci incontreremo. L'ostacolo sulla carta non è di quelli proibitivi, nonostante ciò Massimiliano Allegri invita a non sottovalutare un avversario che le grandi le mette spesso in difficoltà. Loro sono una grande squadra e se gli concedi una occasione ti fanno gol, quindi dovremo essere ancora più attenti dell'andata. Si parla sempre di futuro, a noi interessa il presente.

"Non ha senso pensare adesso al Barcellona". Allegri ci tiene anche a ringraziare Elkann per i complimenti fatti a lui e alla squadra: "Ringrazio le parole di Elkann nei confronti del nostro lavoro".