Mercoledì, 24 Mag, 2017

Orlando, spero 2 mln a gazebo o è colpo

Primarie Pd a L'Aquila il ministro Orlando sfiora il 60 Pd: tappa in Sicilia per Emiliano, tour nell'Isola l'1 e il 2 aprile
Moreno Simi | 03 Aprile, 2017, 06:02

Salutato dai rappresentanti dei coordinamenti vercellese e biellese della sua mozione, Orlando ha concluso con un appello per le primarie del 30 aprile: "Avverto, girando l'Italia, che l'attenzione intorno alla mia proposta sta crescendo tra la gente". Indietro l'ex premier fiorentino al 40 per cento (2846 voti). Sei i circoli cittadini in cui sono suddivisi i 272 iscritti della terza città della Lombardia.

"Il Partito Democratico tiene solo se in questo passaggio viene trattato con delicatezza" ha detto Orlando. La carica per la poltrona della segreteria del partito non ha storia. E altri ancora sono usciti dal Pd aderendo ad "Articolo 1", il movimento politico che recentemente è anche sbarcato in consiglio comunale. Già i dati emersi qua e là da alcuni giorni ne indicavano la netta prevalenza con pochissime eccezioni nei confronti dei suoi prossimi rivali alle primarie, Andrea Orlando e Michele Emiliano.

Giro delle Fiandre, impresa di Philippe Gilbert
Alle sue spalle hanno cercato di raggiungerlo in diversi, tra i quali anche il vincitore del 2016 Sagan/SVK. Sulla prima delle due côte però avviene un nuovo colpo di scena.

Al Fonterosa a Renzi il 75% e a Orlando il 21,4, un voto a Emiliano. Non sono passate inosservate le assenze dell'ex sindaco e attuale presidente regionale dell'Anci, Luciano Lapenna, e di Antonio Del Casale, dopo le doppie dimissioni da segretario del Pd di Vasto e da assessore ai Lavori pubblici. San Rocco è sempre stata una roccaforte della sinistra del Pci prima ( Cesare Rovelli, Anna Bernasconi, Pietro Zonca) e di Pippo Civati poi. Al circolo Cervi, su 40 votanti, 29 Renzi e 11 Orlando. A Saione Renzi al 79,3 e Orlando al 20,7. CIRCOLO 4 (Triante-San Carlo) Renzi 25. CIRCOLO 5 (San Fruttuoso) Renzi 8, Orlando 7, Emiliano 0. A Palazzo del Pero 3 votanti e tutti e tre per Renzi.

Tessere che si sono moltiplicate all'improvviso, con "morti e malati tra i nuovi iscritti", si legge in una lettera-denuncia. Stando ai risultati delle votazioni nei Circoli romani - pista di lancio in vista del voto popolare di fine aprile - "Matteo 2 - La Rivincita" non ha rivali capaci di contendergli l'investitura a massimo responsabile del PD. Il dato si può comparare con quello di Sassari, dove ha votato oltre il doppio dei tesserati, benché il numero totale degli iscritti, per ragioni demografiche, sia inferiore.