Venerdì, 20 Ottobre, 2017

Dazi, Trump ha firmato due decreti. "Combattere gli abusi commerciali"

Il vino è una delle principali voci dell’export italiano negli Usa Il vino è una delle principali voci dell’export italiano negli Usa
Corrado Fuda | 01 Aprile, 2017, 00:25

Ross ha detto ai giornalisti che uno degli ordini permetterà al dipartimento del Commercio e al Rappresentante per il commercio degli Stati Uniti d'America (Ustr) di condurre una profonda revisione delle cause del deficit commerciale degli Stati Uniti con ciascuno dei principali partner commerciali americani.

La guerra commerciale tra Stati Uniti e UE sulla carne di manzo americana trattata con ormoni è una vecchia disputa iniziata nel lontano 1998 e apparentemente risolta con un accordo del 2009. Il bersaglio grosso è la Cina, che da sola vale 347 miliardi di dollari di disavanzo commerciale degli Usa nel 2016.

Il Wall Street Journal, infatti, ha anche ricordato che l'Organizzazione Mondiale del Commercio ha dato l'autorizzazione agli Stati Uniti per imporre dazi punitivi solamente su importazioni per un valore massimo di circa 100 milioni di dollari. "La Cina - afferma - senza il suo enorme surplus commerciale, non sarebbe mai potuta crescere ai tassi a cui è cresciuta la sua economia". Nel 2015, il Congresso - ancora sotto Barack Obama presidente - ha dunque approvato la misura che rendeva più semplice adottare tariffe come ritorsione al mancato adeguamento degli alleati di oltre oceano. "Sarà un appuntamento difficile, non possiamo avere un massiccio deficit commerciale e una perdita di posti di lavoro" dichiara su Twitter il presidente americano. Così l'ex premier Letta ha risposto ai giornalisti sull'ipotesi di dazi ai prodotti europei da parte dell'Amministrazione Usa. "Il mio messaggio è chiaro: da oggi in poi chi viola le regole deve sapere che subirà le conseguenze", aggiungendo che con lui "finirà l'era in cui c'è chi ruba la prosperità dell'America con le politiche commerciali".

Manchester City fuori dalla Champions. Flop Guardiola: "Mentalità sbagliata"
I francesi avevano solo undici giocatori di livello e lo si è visto al momento della sostituzione di Raggi . Pochi minuti dopo, lo stesso calciatore riesce a segnare la rete del momentaneo 1-0.

Le reazioni. Davanti alla platea del B7 Business Summit, che riunisce a Roma nella sede di Confindustria gli industriali dei Paesi del G7, in vista del vertice di maggio a Taormina, il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni ribadisce la necessità di "scommettere ancora sul libero mercato e sulla libertà di commercio, il più grande motore di crescita della storia".

"Siamo molto preoccupati -spiega Galloni all'Adnkronos- dazi del 100% sui nostri prodotti comporterebbero una drammatica riduzione delle vendite, fino al 70-80%". "Il protezionismo per noi è un mezzo disastro, la missione di Facebook è rendere il mondo aperto e connesso", ha aggiunto Colombo."Credo che la risposta ai rischi di protezionismo debba essere una risposta corale". L'impatto dei dazi di Trump sull'economia italiana rischia di essere pesantissima. "Questa è la prova ulteriore di quanto sia utile l'Europa - commenta il ministro degli Esteri Angelino Alfano - perché un conto è difendersi dai dazi come Italia, un conto è farlo come continente con 500 milioni di abitanti".