Venerdì, 20 Ottobre, 2017

Mancini: "Roma? Non c'è nulla, all'Inter buttato via un anno e mezzo"

Inter, Mancini: Roberto Mancini: “Inter? Buttato via un anno e mezzo. Voci sulla Roma non vere”
Marzia Fragale | 23 Marzo, 2017, 02:00

"Non sempre però i desideri si avverano ma la cosa principale è trovare un club con il quale avere obiettivi comuni come la vittoria". "Se mi dovessi sbilanciare un po', dico che un domani lo vedrei bene a Parigi". A chiudere, inevitabile qualche battuta sul futuro: "Io alla Roma?". Io sono un professionista, faccio l'allenatore e gli allenatori a volte vanno dove meno se lo aspettano. "Ma per ora niente". "Non c'è nulla. Mi piacerebbe allenare all'estero e fare esperienza in un altro Paese". "Se la Juve passa questo turno può anche vincere la Champions". "Ha avuto un po' di difficoltà all'inizio perché la mentalità inglese è diversa ma è stato bravo e sta meritando di vincere il campionato", dice il Mancio parlando della cavalcata dei 'Blues' in Premier League. Ah lo benee sono stato già cercato. "In questo momento no". L'Italia avrà una buona nazionale nei prossimi anni. "La Nazionale? Un motivo d'orgoglio per chiunque, potrebbe esserci nel mio futur". "E' un traguardo. E mi piacerebbe". "Vedo molti giovani bravi che verranno fuori".

SIMONE INZAGHI - "E' stato mio compagno e mio giocatore". Sono certo che molto dipenda dalla fine della stagione del PSG, non escludo questa pista per lui. "Non lo so, Pioli ha fatto un bel lavoro, la squadra merita, fosse arrivato dall'inizio avrebbe fatto ancora meglio". "Non hanno capito che nel calcio il tempo è tutto e bisogna fare le cose velocemente". Non ho mai avuto nessun tipo di contatto con i dirigenti. "Conte e' un bravo allenatore e guida una squadra forte". Il Chelsea è il Chelsea ragazzi.

Manchester City fuori dalla Champions. Flop Guardiola: "Mentalità sbagliata"
I francesi avevano solo undici giocatori di livello e lo si è visto al momento della sostituzione di Raggi . Pochi minuti dopo, lo stesso calciatore riesce a segnare la rete del momentaneo 1-0.

JUVE-BARCELLONA - "I bianconeri possono battere gli spagnoli?" No, - ha detto Mancini - purtroppo quando si capita in quel tipo di situazione con un cambio di presidente, in certi momenti si capiva poco, invece in quel momento bisognava rinforzare la squadra e nessuno faceva niente.