Venerdì, 18 Agosto, 2017

Nove anni di carcere per Denis Verdini

Verdini condannato a 9 anni per il crac dell'ex Credito cooperativo fiorentino Verdini condannato a 9 anni per il crac del Credito Cooperativo Fiorentino
Moreno Simi | 03 Marzo, 2017, 00:23

Tra questi gli imprenditori Riccardo Fusi e Roberto Bartolomei, già ai vertici della Btp costruzioni.

Per lui la Procura, rappresentata dai pm Luca Turco e Giuseppina Mione, aveva chiesto una condanna a 11 anni. Verdini è stato presidente per 20 anni del Credito Cooperativo Fiorentino, fino al luglio 2010. La pena è stata decisa dopo una settimana di camera di consiglio dal collegio del tribunale di Firenze presieduto dal giudice Mario Profeta. I giudici hanno deciso di non riconoscere né a Denis Verdini né gli altri 10 imputati l'associazione a delinquere, arrivando così ad assolvere tutti per quest'ultimo reato. Contro di loro i pm hanno chiesto 9 anni di carcere. "Per ora abbiamo dimostrato che non esiste alcuna associazione tra Verdini e i suoi presunti sodali, in appello dimostreremo che non sussistono neppure le altre accuse" ha concluso l'avvocato.

Denis Verdini è stato condannato a 9 anni di reclusione e all'interdizione perpetua dai pubblici uffici.

La difesa, che si è battuta per l'innocenza degli imputati denunciando anche un processo mediatico, non si arrende.

Poletti: "Voucher solo per le famiglie"
Nel complesso sono stati accertati contributi e premi evasi per oltre 1,1 miliardi. Sempre nel 2016 è stato accertato l'utilizzo irregolare dei voucher in 2.700 casi.

Due anni di amministrazione straordinaria non bastano: nel 2012 il tribunale di Firenze sentenzia il fallimento. Verdini non era presente in aula al momento della lettura della sentenza. "Siamo- aggiunge- dinanzi all'ennesima sentenza politica, una prassi alla quale ormai ci siamo abituati negli ultimi decenni".

Interviene anche il capogruppo M5S al Senato, Michela Montevecchi. "Per fortuna il nostro ordinamento prevede ancora il giudizio di appello ed attendiamo con impazienza di leggere la motivazione della sentenza per proporre contro di essa impugnazione". Verdini è stato assolto, oltre che per associazione a delinquere, anche per i prestiti concessi a Marcello Dell'Utri.

Immediate le reazioni politiche dopo la condanna.