Venerdì, 20 Ottobre, 2017

Serie A: Fiorentina-Torino 2-2, sorride solo Mihajlovic

Sinisa Mihajlovic Fiorentina-Torino, ultimo appello per i viola. Probabili formazioni / DIRETTA
Marzia Fragale | 28 Febbraio, 2017, 00:23

Poi il Torino hala possibilità di riaprire il match con un rigore, ma dagli 11metri Belotti sbaglia. La batteria dei trequartisti è inedita, con Chiesa e Tello a girare larghi e Saponara a ridosso dell'unica punta Kalinic.

Omicidio Kim Jong-nam, esperto: la Cina non c'entra
L'omicidio, secondo il governo sudcoreano, e' una prova della natura " disumana e brutale " del regime di Pyongyang . Kim Jong-nam era il fratello maggiore di Kim Jong-un e il figlio del defunto dittatore Kim Jong-il .

Torino (4-3-3): Hart; Zappacosta, Ajeti (46′ Rossettini), Moretti, Barreca; Benassi (58′ Gustafson), Lukic, Baselli; Falque, Belotti, Boyè (68′ Ljajic). Il portiere rimedia all'erroraccio di Ajeti chiudendo lo specchio a Kalinic, quindi viene graziato da Tello che calcia a lato da ottima posizione. Il Toro non combatte, il raddoppio della Fiorentina è nell'aria e si concretizza al 38': Borja Valero pesca dalla bandierina Kalinic, Zappacosta se lo perde e il croato è liberissimo di incornare in libertà e battere Hart firmando il meritatissimo 2-0. Nei minuti finali il Franchi rivede i fantasmi di quattro giorni fa, anche se la reazione della viola è d'orgoglio: Olivera prima e Badelj successivamente vanno vicini al nuovo vantaggio, prima del triplice fischio finale di Giacomelli. Merito di un atteggiamento molto più propositivo. La Viola subisce l'iniziativa granata e con Salcedo gli regala la possibilità di ridurre lo svantaggio. Sul punto di battuta si presenta Belotti, la cui conclusione di potenza sbatte sulla traversa. VOTO TORINO 5 - Irriconoscibili gli uomini di Mihajlovic, forse giunti al Franchi con poche motivazioni e soprattutto poca cattiveria sottoporta, difesa come al solito ballerina. L'appuntamento con il goal è solo rimandato. L'episodio scuote però gli ospiti, che alzano il baricentro della pressione e, sull'asse Rossettini-Zappacosta guadagnano il corner sugli sviluppi del quale lo stesso Belotti si fa perdonare ed accorcia di testa. E' la rete che riapre la gara. Potrebbe essere il colpo del ko invece igranata, con un uno-due firmato sempre da Belotti (che raggiungeDzeko e Higuain a 19 reti), trovano il pari. Ma in pieno recupero la Viola rischia un'altra beffa, su un gran destro di Ljajic: Tatarusanu vola.