Mercoledì, 26 Luglio, 2017

Sciopero TAXI Roma e Milano oggi 19 febbraio 2017: continua la protesta

Uber, tassisti in protesta: auto ancora ferme. A rischio le sfilate/ FOTO e VIDEO Sciopero TAXI Roma e Milano oggi 19 febbraio 2017: continua la protesta
Moreno Simi | 21 Febbraio, 2017, 00:24

Comunque, aggiunge, "la responsabilita' di queste proteste non e' certo dei tassisti, ma dei senatori e parlamentari (della maggioranza) che invece di migliorare le leggi per garantire chi lavora e chi usufruisce del servizio, in questa fase stanno solo creando confusione e i presupposti di un vantaggio per le multinazionali: ne favoriscono l'ingresso in un servizio senza che queste abbiano i titoli certificati per poterlo fare".

"Conftrasporto si batterà perché ciò non avvenga. - assicura - Il nostro obiettivo è favorire un sistema che metta ordine nel caos, stabilisca criteri per il rilascio delle autorizzazioni e definisca le aree di operatività e regolarità".

Per il quinto giorno consecutivo il servizio taxi è fermo a Roma e Milano.

"Cercheremo di ridurre al minimo i disagi e far rientrare la protesta anche se quando si ferma la massa diventa complicato" spiega Pasquale Ottaviano della Sitan Atn, sindacato tassisti napoletani che conta circa 800 iscritti."L'emendamento - prosegue il sindacalista - rischia di trasformare le auto a noleggio in taxi di piazza".

Mancini Milan, clamorosa idea per la panchina
I rosoneri sono reduci da quattro sconfitte consecutive che hanno rigettato il Diavolo nella tormenta. Ha dimostrato di avere un certo spessore in termini di correttezza e credo se la meritasse.

Taxi ancora fermi a Roma. "L'emendamento contro il quale la categoria dei taxisti ha levato gli scudi non fa che concedere un ulteriore anno di tempo alle istituzioni per regolamentare settori (Taxi e Ncc) disciplinati da una legge piuttosto datata". Incassando 100 euro lordi al giorno per ogni tassista, in 6 giorni ogni tassista ha perso 600 euro e complessivamente abbiamo regalato ai nostri concorrenti quasi 8 milioni di euro. E' accaduto intornoalle 4 della notte scorsa, quando l'autista ha accompagnato uncliente in piazza.

Il clima di tensione si registra anche all'interno della stessa categoria, con numerose segnalazioni di "ritorsioni" - come le ha chiamate ieri il presidente di Radiotaxi, Loreno Bittarelli - nei confronti di chi vorrebbe tornare al lavoro da parte dei colleghi sul fronte della protesta. Pur essendo stati noi tra gli organizzatori dell'incontro di domani col ministro Delrio, preferiamo lasciare spazio a loro, che dovranno presentarsi col proprio nome e la propria faccia, come del resto noi abbiamo sempre fatto, ora e in passato.

Uno sciopero, quello dei tassisti, che sta creando molti problemi: "I tassisti svolgono un servizio pubblico".