Sabato, 27 Mag, 2017

World Press Photo 2017, vince Burhan Ozbilici con Un assassinio in Turchia

Lo scatto che ha vinto il World Press Mevlut Mert Altintas 22 anni con in mano la pistola dopo aver ucciso l'ambasciatore russo ad Ankara Andrei Karlov. Credit Twitter
Vindonio Cherico | 15 Febbraio, 2017, 00:19

Le immagini vincitrici faranno parte di una mostra itinerante che sarà esposta in 45 paesi. Nel 2017, dopo Bari, Cramarossa e Muciaccia riporteranno World Press Photo anche al museo Pignatelli di Napoli.

Donald Trump "congela" per tre mesi l'immigrazione
Trump ha bloccato per 120 giorni il programma che prevedeva l'ingresso di rifugiati negli Stati Uniti , varato da Barack Obama . Per contro, Trump ha annunciato dazi del 20% sulle importazioni dal Messico attraverso i quali si finanzierà il muro.

"Non è solo una fotografia, ma è una notizia vera e propria e in questo caso credo che Burhan sia stato incredibilmente coraggioso e abbia avuto una straordinaria compostezza nel mantenere la calma nel mezzo dell'avvenimento e scattare le foto", ha commentato così il presidente della giuria Stuart Franklin. Il premio principale, il World Press Photo of the Year, è stato assegnato al reporter turco Burhan Ozbilici dell'agenzia Associated Press per la fotografia 'Un assassinio in Turchia' che fece molto scalpore: mostra il killer Mevlüt Mert Altıntaş istanti dopo aver assassinato l'ambasciatore russo in Turchia, Andrey Karlov, a una mostra d'arte ad Ankara il 19 dicembre 2016. Ogni anno migliaia di fotoreporter si contendono il titolo nelle diverse categorie - general news, spot news, contemporary issues, daily life, portraits, nature, sport - per aggiudicarsi un posto nella mostra che attrae milioni di visitatori in tutti e cinque i continenti. Più di 80mila foto partecipanti, scattate da 5.034 fotografi.