Martedì, 21 Novembre, 2017

Lazio, Inzaghi: "Domani servirà il giusto atteggiamento mentale"

Marzia Fragale | 28 Gennaio, 2017, 00:44

Radu e Lulic hanno detto questo. Ebbene sia i biancocelesti che i clivensi vengono da due sconfitte. Atalanta a parte, contro la quale non siamo stati squadra e non abbiamo offerto una prestazione sufficiente, spesso abbiamo subito gol al 90'. "Ne abbiamo parlato con la squadra, la conclusione è una sola: non possiamo permetterci di sbagliare l'approccio mentale". Probabilmente avremmo perso lo stesso con la Juventus, ma abbiamo preso 2 gol in 15 minuti. Se da un lato infatti è lecito pensare che perdere non piaccia a nessuno, forse non si valutano attentamente le diverse sfumature che possono accompagnare un ko. Ho visto le facce giuste e ripartiremo. È allenata da buon allenatore. "Non dimentichiamoci che siamo quarti in classifica e stiamo facendo molto bene, ma non dobbiamo mollare un centimetro". Dopo la sconfitta subita a Torino contro la Juventus, c'è voglia di riscatto. "Dybala e Higuain quando hanno anche una mezza occasione non ti perdonano". Non è giusto farlo ora. Trovare il colpevole non è giusto, abbiamo toppato la partita tutti. Lo scorso anno lo avevo trovato infortunato, la mia prima scelta cadde su Onazi che disputò sette gare nel migliore dei modi.

A partire dalle ore 18:00 di sabato 28 gennaio si gioca un'altra interessante partita allo stadio Olimpico di Roma, quella tra Lazio e Chievo Verona.

Scelte. "Basta? Bisognerà valutare. Affrontiamo un avversario che ci ha creato già qualche problema". Attacco quindi affidato a Djordjevic, l'uomo mercato dei biancocelesti. Djordjevic col Genoa ha risposto in maniera positiva, l'ho visto concentrato e serio. Avremo tre gare nella prossima settimana, le prepareremo al meglio anche se non saranno semplici. Anche Milinkovic-Savic sarà titolare, ha avuto una crescita esponenziale nell'ultimo periodo, diventando fondamentale nell'economia del nostro gioco.

Farmaci in ospedale: domani farmacie private in sciopero per 4 ore
Un accordo che, su queste basi, avrebbe già registrato la disponibilità di Assofarm ma - evidentemente - non quella di Federfarma.

Domani è la prima volta che giochi senza Immobile e Keita. Immobile non è mai mancato, dovremo farne a meno. La squadra l'ho vista lavorare bene e per questo sono fiducioso.

Per quanto riguarda i centrali di difesa, hai già deciso chi schierare?