Sabato, 24 Giugno, 2017

"C'è posta per te", Emma super ospite della prima puntata

C-e-Posta-per-te-sabato-7-gennaio-ospite-Richard-Madden-attore-de-Il-trono-di-spade C'è Posta per te, le anticipazioni della prima puntata di stasera, 7 gennaio 2017
Aida Italiano | 09 Gennaio, 2017, 00:22

Gli ascolti tv della prima serata di sabato 7 gennaio 2017. Tutta la puntata sarà disponibile sulla piattaforma Mediaset sopra citata. Il campione, rappresentativo della popolazione italiana con più di 4 anni, detto panel, è aumentato nel tempo: dalle poco più di 600 famiglie dei primi mesi successivi all'avvio delle rilevazioni, si è passati alle 2.420 famiglie del 1º gennaio 1989 fino alle 5.070 del 1º agosto 1997, con l'allargamento a 15.520 famiglie da luglio 2016.

La prima puntata del programma di Maria De Filippi, C'è posta per te, è disponibile sul portale videomediaset.it replica streaming. Famoso per il suo ruolo di Robb Stark nella celeberrima serie televisiva Il trono di Spade l'attore Richard Madden è stato visto negli ultimi tempi nei panni del Principe azzurro per eccellenza, quello di Cenerentola, al fianco di Lily James nel film adattamento di kenneth Branagh. Stavolta tocca infatti a Richard Madden fare compagnia alla padrona di casa, per esaudire il desiderio di un'ospite che si troverà dall'altra parte della busta, a sorpresa, proprio l'attore.

C'è Posta per te, le anticipazioni della prima puntata di stasera, 7 gennaio 2017
C'è Posta per Te, Maria De Filippi su tutte le furie contro un ospite

Il programma compie quest'anno 20 anni, e torna con tanti altri ospiti davvero interessanti.

Emma Marrone è l'ex fidanzata di Stefano De Martino, così come Belen Rodriguez: anche la showgirl venezuelana sarà tra le ospiti di Maria per questa puntata. A tal punto che anche la conduttrice, Maria De Filippi, famosa per mantenere sempre le calma, ha dato una brutta risposta. Vediamo insieme qualche anticipazione della puntata di stasera, sabato 7 gennaio 2017.

M5S: Pizzarotti, giuria popolare è distrazione di massa
E oggi continuo a vedere molti yesman, ma pochi politici con una loro coerenza e una loro autonomia. E' un'altra bufala di giornali e tv". "Non aspettiamo il terzo grado di giudizio".